Skip to Content

Riattivazione servizi CURIT

Il Catasto CURIT è stato riattivato. A valle delle attività effettuate, il percorso per accedere al Catasto tramite il portale non è variato, tuttavia la scelta dell’Ente su cui operare dovrà essere effettuata prima di accedere al Catasto. Quindi, una volta effettuato l’accesso al portale www.curit.it con le proprie credenziali e selezionato l’accesso al Catasto, si troverà l’elenco degli Enti su cui poter intervenire. Per cambiare Ente, sarà sufficiente cliccare sulla voce “Catasto”, che si trova in alto a sinistra accanto al pulsante “Menu”, e in questo modo si ritornerà direttamente all’elenco iniziale. Tutte le altre operazioni sono rimaste invariate.
Vi invitiamo a visionare le video-guide (www.curit.it/tutorial_manut) pubblicate nella pagina di “Assistenza” del portale.

I codici degli impianti hanno subito modifiche, quindi tutti gli impianti avranno un codice impianto diverso dal precedente, mentre la Targa Impianto è rimasta invariata. Pertanto tutte le operazioni che precedentemente venivano effettuate tramite il codice impianto, ad esempio ricerche ed acquisizioni, dovranno essere effettuate tramite la Targa Impianto. Ricordiamo che i manutentori, qualora ricerchino gli impianti dalla funzione “Gestione impianti” senza inserire alcuna ulteriore indicazione, potranno ottenere l’elenco di tutti gli impianti associati alla propria ditta sul territorio dell’Ente rispetto a cui si effettua la ricerca. In questo modo sarà possibile recuperare le informazioni di tutti gli impianti di propria competenza.

Per i manutentori che usano software gestionali per la trasmissione di file xml, è possibile scaricare le informazioni dal Catasto al fine di aggiornare quelle contenute nel proprio software gestionale. Per l’aggiornamento del proprio software, ad ogni modo, si rimanda alla società che lo ha fornito.

Vi invitiamo altresì a segnalarci eventuali malfunzionamenti attraverso l’help desk, così da operare rapidamente per la loro risoluzione.

Grazie a tutti per la collaborazione.
Staff CURIT

 

Accorpamento comuni

In occasione del rilascio del nuovo applicativo CURIT è stata aggiornata nel catasto la situazione relativa a fusioni, accorpamenti e ridenominazioni dei comuni lombardi.

Nel nuovo catasto sono presenti le seguenti modifiche:

  • Provincia di Bergamo

  • il comune di Torre de' Busi è stato trasferito dalla provincia di Lecco alla provincia di Bergamo

  • i comuni di Sant'Omobono Terme e Valsecca sono stati uniti nel comune di Sant'Omobono Terme

  • i comuni di Brembilla e Gerosa sono stati uniti nel comune di Val Brembilla

  • Provincia di Brescia

  • i comuni di Bienno e Prestine sono stati uniti nel comune di Bienno

  • Provincia di Como

  • i comuni di Cavallasca e San Fermo della Battaglia sono stati uniti nel comune di San Fermo della Battaglia

  • i comuni di Bellagio e Civenna sono stati uniti nel comune di Bellagio

  • i comuni di Drezzo, Gironico e Parè sono stati uniti nel comune di Colverde

  • i comuni di Lenno, Mezzegra, Ossuccio e Tremezzo sono stati uniti nel comune di Tremezzina

  • i comuni di Lanzo d'Intelvi, Pellio Intelvi e Ramponio verna sono stati uniti nel comune di Alta Valle Intelvi

  • i comuni di Casasco d'Intelvi, Castiglione d'Intelvi e San Fedele Intelvi sono stati uniti nel comune di Centro Valle Intelvi

  • i comuni di Cagno e Solbiate sono stati uniti nel comune di Solbiate con Cagno

  • Provincia di Cremona

  • i comuni di Ca' d'Andrea e Torre de' Picenardi sono stati uniti nel comune di Torre de' Picenardi

  • i comuni di Drizzona e Piadena sono stati uniti nel comune di Piadena Drizzona

  • Provincia di Lecco

  • i comuni di Verderio Inferiore e Verderio Superiore sono stati uniti nel comune di Verderio

  • i comuni di Perego e Rovagnate sono stati uniti nel comune di La Valletta Brianza

  • i comuni di Introzzo, Tremenico e Vestreno sono stati uniti nel comune di Valvarrone

  • Provincia di Lodi

  • i comuni di Camairago e Cavacurta sono stati uniti nel comune di Castelgerundo

  • Provincia di Mantova

  • i comuni di Bigarello e San Giorgio di Mantova sono stati uniti nel comune di San Giorgio Bigarello

  • i comuni di Felonica e Sermide sono stati uniti nel comune di Sermide e Felonica

  • i comuni di Borgoforte e Virgilio sono stati uniti nel comune di Borgo Virgilio

  • i comuni di Pieve di Coriano, Revere e Villa Poma sono stati uniti nel comune di Borgo Mantovano

  • i comuni di Borgofranco sul Po e Carbonara di Po sono stati uniti nel comune di Borgocarbonara

  • Provincia di Milano

  • i comuni di Vermezzo e Zelo Surrigone sono stati uniti nel comune di Vermezzo con Zelo

  • Provincia di Pavia

  • i comuni di Bastida de' Dossi e Cornale sono stati uniti nel comune di Cornale e Bastida

  • i comuni di Corteolona e Genzone sono stati uniti nel comune di Corteolona e Genzone

  • i comuni di Canevino, Ruino e Valverde sono stati uniti nel comune di Colli Verdi

  • Provincia di Sondrio

  • i comuni di Gordona e Menarola sono stati uniti nel comune di Gordona

  • Provincia di Varese

  • i comuni di Maccagno, Pino sulla Sponda del Lago Maggiore e Veddasca sono stati uniti nel comune di Maccagno con Pino e Veddasca

  • i comuni di Cadrezzate e Osmate sono stati uniti nel comune di Cadrezzate con Osmate