Salta al contenuto

Modelli/form:


1. Modello per la comunicazione del Subentro del responsabile di impianto
Attraverso questo modulo è possibile comunicare che l'impianto termico registrato nel catasto Curit ha subito una variazione anagrafica.

2. Modello per la comunicazione della Cessazione dell'utilizzo dell'impianto
Attraverso questo modulo è possibile comunicare che l'impianto termico registrato nel catasto Curit è stato Disattivato. Per impianto disattivato o mai attivato si intende un impianto posto nella condizione di non poter funzionare. Pertanto, tali impianti devono, ad esempio, essere scollegati dalla rete di fornitura dell'energia o dai serbatoi di combustibile ovvero essere privi dell'approvvigionamento del combustibile, oppure privi di parti essenziali senza le quali non possono funzionare. Tali impianti sono esentati dal rispetto delle disposizioni in tema di gestione e controllo degli impianti termici e quindi non devono assicurare l'attività periodica di manutenzione, fino alla loro riattivazione o alla prima attivazione. È comunque necessario che il Responsabile dell'impianto indichi sul libretto che l'impianto stesso è stato disattivato.

3. Modello per la richiesta di Controllo dell'impianto termico
Attraverso questo modulo è possibile per il privato cittadino richiedere un controllo sul proprio impianto termico, oppure sul proprio impianto condominiale, oppure in extremis anche su impianti altrui, in casi di effettiva pericolosità accertata e documentata.

4. Modello per la richiesta di Controllo delle temperature in ambiente interna
Attraverso questo modulo è possibile per il privato cittadino richiedere un controllo del rispetto dei valori massimi della temperatura ambiente interna. L'onere di controllo per una verifica a richiesta della temperatura degli ambienti di una singola unità immobiliare è posto a carico del soggetto richiedente ed è definito dal singolo Ente Competente. Solo qualora l'ispezione accerti l'effettivo superamento dei valori consentiti in violazione della norma (art. 8 della D.G.R. X_3965 del 31 luglio 2015) il soggetto richiedente è esonerato dal pagamento dell'onere di controllo.

5. Modello per la richiesta di Controllo del divieto di riscaldamento in zone particolari
Attraverso questo modulo è possibile per il privato cittadino richiedere un controllo del divieto di riscaldamento in zone particolari. Le richieste da parte dei cittadini potranno essere effettuate dal cittadino relativamente al proprio condominio. L'onere di controllo per una verifica a richiesta è definito dal singolo Ente Competente. Solo qualora l'ispezione accerti la violazione della norma (L.R. 24/06 e L.R. 10/09) il soggetto richiedente è esonerato dal pagamento dell'onere di controllo.

 


MODULI DI SEGNALAZIONE PER CITTADINI

 

Vuoi comunicarci qualcosa?

Ad esempio che il tuo impianto è stato dismesso oppure che è cambiato il responsabile?
Desideri un controllo sul tuo impianto o sulle temperature in ambiente?

In questa pagina trovi tante possibilità di comunicare con noi.
Occorre compilare il form / modello desiderato in tutte le sue parti e inviare la richiesta.

Questo modulo verrà preso in considerazione da Ilspa, gestore del catasto impianti termic CURIT, che effettuerà una valutazione preliminare della completezza della richiesta, provvedendo a richiedere eventuali integrazioni documentali alla segnalazione.
Successivamente tutta la documentazione pervenuta verrà inviata all’Autorità competente (comuni con popolazione superiore a 40.000 abitanti e province per la restante parte del territorio) per ogni successiva ed eventuale gestione e valutazione.
Ilspa non eseguirà direttamente né i controlli nè le modifiche richieste.
Analogamente l’Autorità competente non sarà obbligata ad eseguire né i controlli nè le modifiche richieste, ma valuterà l’entità della situazione per eventualmente intervenire direttamente (mediante ispezione) o segnalare il caso al Comune di riferimento.

Ricordiamo in fatti che:

  • in materia di sicurezza è il Sindaco il principale referente in materia.

  • in materia di esalazioni moleste il riferimento è l’ASL di competenza territoriale.

  • tutto quello che riguarda la manutenzione e l’efficienza energetica è in capo ai comuni con popolazione superiore a 40.000 abitanti e province per la restante parte del territorio.

La compilazione del form garantisce una sorta di primo contatto. Saranno successivamente richiesti dati che costituiranno parti sostanziali e imprescindibili per i proseguo delle attività, come ad esempio Carta identità del segnalante, Dichiarazione di Chiusura del Contatore, Dichiarazione di Conformità dell’impianto che dovranno essere scansionati e inviati, nonché l’accettazione delle condizioni sulla privacy.

Tutte le dichiarazioni contenute all’interno di questi form sono soggette agli artt. 46 e 47 del D.p.r. 28/12/2000, n. 445, s.m.i.

 

Vai alla pagina dei form


Acquisizione possibile (Versione 1.0)

Icona Caricato da Ezio Gaggini, 15/10/19 22.34 acquisizione non possibile poichè la targa non risulta registrata.

Versione 1.0

Ultimo aggiornamento di Ezio Gaggini
15/10/19 22.34
Stato: Approvato
acquisizione non possibile poichè la targa non risulta registrata.
Download (691k) Ottieni l'URL.
Cronologia delle Versioni
Versione Data Dimensione  
1.0 4 Giorni Fa 691k

Ti ricordiamo che, dopo aver inserito o cancellato uno o più strumenti, è necessario effettuare logout tramite il link posto più in basso per rendere effettive le modifiche.

 


Gestione strumenti di misura

In questa pagina è possibile, per gli utenti abilitati a questo servizio (Manutentori di Gruppi termici alimentati tramite combustibili fossili e di Gruppi termici alimentati tramite biomasse solide), inserire, modificare o cancellare i propri strumenti.


Modelli Regionali

Il processo di targatura degli Impianti Termici

Con l’obiettivo di identificare ogni impianto termico in modo inequivocabile, la normativa regionale ha introdotto la TARGATURA degli stessi, non solo a beneficio delle operazioni di manutenzione e ispezione, ma anche per agevolare l’analisi e il monitoraggio del parco impianti esistente sul territorio regionale, della qualità dell’aria e della diffusione delle fonti di energia rinnovabile.

Questo significa che a partire dal 15 ottobre 2014, in occasione del primo intervento utile (ovvero in caso di installazione, manutenzione) su impianti costituiti da generatori per cui non sono previsti i contributi economici (es. biomassa, pompe di calore, sottostazioni di teleriscaldamento) deve essere rilasciata e registrata la TARGA Impianto. Per gli impianti per cui è prevista la Dichiarazione di Avvenuta Manutenzione (DAM) tramite il pagamento dei contributi, la Targatura dell'impianto e la consegna del nuovo Libretto di Impianto avviene al primo rilascio della DAM con data controllo successiva al 15 ottobre 2014.
La Targa impianto è costituita da un semplice adesivo contenente il codice univoco dell’impianto, anche sotto forma dei più moderni Codici QR – ovvero il codice bidimensionale – che da quel giorno identificherà quello specifico impianto e si aggancerà ai servizi che la Regione Lombardia darà ai cittadini e ai manutentori attraverso il Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici (CURIT).
 
Ogni manutentore o installatore consegna al cittadino un set di Targhe composto da 3 etichette adesive, rappresentanti ognuna una Targa Impianto, e da 2 Matrici.
La prima Targa Impianto è da applicare sul generatore, le altre due Targhe Impianto sono da conservare a cura del responsabile di impianto, per essere utilizzate in caso di deterioramento della prima Targa o di sostituzione del generatore.
La prima delle due Matrici è da applicare sul nuovo libretto di impianto rilasciato all’utente; la seconda è da applicare sul Rapporto di controllo che conserva il manutentore/installatore, ai fini della corretta trascrizione del codice Targa Impianto all’atto della registrazione dei dati in CURIT.

 

 

Sarà applicata un’unica targa anche nel caso di impianto costituito da uno o più generatori di calore, anche se di tipo diverso, ma che condividono il medesimo impianto di distribuzione (il sistema di tubi che porta l’acqua o l’aria riscaldate ai termosifoni o ai pannelli radianti a pavimento oppure agli split o ai fancoil), poiché lo si considera un unico impianto termico.

 

Le targhe impianto sono distribuite gratuitamente dalle Autorità competenti.
L’installatore o manutentore può recarsi a ritirare le targhe presso qualsiasi Ente, privilegiando laddove possibile quello del territorio in cui opera. Le targhe ritirate possono essere utilizzate su qualsiasi impianto presente sul territorio regionale.
Per conoscere in tempo reale la disponibilità di targhe presso i singoli Enti e verificare la situazione degli impianti già targati sul territorio regionale clicca qui.

Tutte le informazioni di dettaglio per il ritiro, l'applicazione o lo smarrimento delle Targhe sono disponibili nell'apposito vademecum.

 


Amministrazione CURIT

 

Gestione portale

Gestione catasto

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 


Targa CURIT (Versione 1.0)

Icona Caricato da Niccolo Perina, 01/10/19 15.48

Versione 1.0

Ultimo aggiornamento di Niccolo Perina
01/10/19 15.48
Stato: Approvato
Download (208k) Ottieni l'URL.
Cronologia delle Versioni
Versione Data Dimensione  
1.0 18 Giorni Fa 208k


Backoffice CURIT

 

 
 
 
 
 
 

 


Targa-Impianto

 

La funzione permette di ricercare le targhe associate ad impianti.


Segnala i Corsi per i Conduttori

Per poter inviare ad Infrastrutture Lombarde S.p.A., attraverso CURIT, la comunicazione preventiva in relazione all'inizio di nuovi corsi per l'abilitazione alla conduzione di impianti termici, prevista dalla normativa, le Province possono utilizzare la funzione resa qui disponibile.

Inoltre, al termine di ogni corso, si deve trasmettere sempre ad Infrastrutture Lombarde S.p.A. l'elenco dei soggetti che hanno conseguito la relativa abilitazione per l'iscrizione nell'apposito elenco regionale.

Per inviare la comunicazione di inizio corso occorre utilizzare il form seguente.

 

La sezione è in fase di aggiornamento; la funzione sarà disponibile prossimamente.

 


Richiesta pubblicazione News

Questa funzione è stata creata per dare la possibilità agli Enti Locali di richiedere la pubblicazione di news che riguardano il proprio territorio sul portale CURIT.

Tutte le richieste saranno comunque esaminate prima di poter essere pubblicate.

Si raccomanda di valutare attentamente l’attinenza alle tematiche e la sintesi nella comunicazione.

 

La sezione è in fase di aggiornamento; la funzione sarà disponibile prossimamente.

 


ATTENZIONE:
per attività di manutenzione sul sito, il servizio di ALERTING RINNOVO CERTIFICAZIONE
non è funzionante.

 


Open Data CURIT

In questa sezione è possibile visualizzare in formato open data i dati che manutentori e installatori registrano nel Catasto Unico Regionale degli Impianti termici.

Le informazioni disponibili riguardano in particolare i principali dati che identificano e caratterizzano da un punto di vista tecnico l’impianto termico (ubicazione, potenza installata, tipologia di combustibile, costruttore del generatore, ecc.), i principali risultati di natura ambientale-energetica dell’attività di controllo di efficienza energetica effettuata sull’impianto (esito del controllo, rendimento di combustione, misura dell’indice di fumosità, ecc.) ed eventuali attività ispettive delle Autorità competenti. I dati proposti si riferiscono a tutti gli impianti Targati (per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina informativa sulla targatura).

È altresì a disposizione la precedente versione degli open data, riferita alle Dichiarazioni di Avvenuta Manutenzione relative alle stegioni termiche 2012/2013 e 2013/2014.

» glossario dei dati

Powered by Socrata

Al fine di visualizzare correttamente tutti i record presenti nel database occorre scaricare il file in formato .csv ed importarlo successivamente in Excel.

Per visualizzare il file .csv in Excel è necessario seguire la procedura di seguito riportata:

  • aprire il programma MS Excel;

  • andare su Dati / Carica dati esterni / Da testo;

  • selezionare il file .csv;

  • scegliere Delimitato;

  • selezionare come delimitatore Virgola;

  • selezionare tutte le colonne e impostare come formato dati per colonna Testo.


Consulta i DATI

 

Stiamo preparando nuovi indicatori del parco impianti termici in Lombardia.

Attualmente è possibile consultare le seguenti informazioni.

 

 
 

 


Disponibilità plichi

 

(Funzione di prossima pubblicazione)


Plichi assegnati

Totale Regione Lombardia