Salta al contenuto

Chiarimenti rispetto alla situazione emergenziale COVID-19

24
Mar, 2020

In funzione della particolare situazione emergenziale che sta interessando il nostro territorio, si comunicano alcune specifiche indicazioni rispetto alle attività di installazione e manutenzione degli impianti termici civili.

Gli interventi di riparazione, di installazione di nuovi generatori o di sostituzione degli stessi possono essere considerati di necessità improrogabile, pertanto realizzabili adottando i necessari accorgimenti di protezione e distanza dalle persone richiesti dalle ordinanze e dai decreti relativi all’emergenza COVID-19.

Per quanto concerne le attività di manutenzione ed installazione già effettuate, occorre rispettare regolarmente le indicazioni fornite dalle disposizioni regionali in merito alle procedure di accatastamento entro i termini indicati e, laddove previsto, al pagamento dei contributi. La regolare continuità di queste operazioni, svolte in modalità telematica per l’accatastamento e quindi realizzabili senza prevedere un contatto ravvicinato con altre persone, è tuttavia subordinata alla possibilità di svolgimento senza che vi sia spostamento delle persone dal proprio domicilio, come richiesto dai provvedimenti contenitivi contro la diffusione del COVID-19.

Per l’effettuazione di ordinaria manutenzione, ove sopraggiunta la scadenza di validità della manutenzione precedente, considerando i limiti imposti agli spostamenti e le disposizioni impartite dal recente decreto legge “Cura Italia” all’art. 99 – ove si prevede che tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020 - è possibile adottare lo stesso principio di differimento temporale delle scadenze delle manutenzioni periodiche degli impianti termici e di conseguenza per il rinnovo delle stesse.

Per gli operatori che si avvalgono del servizio CAIT, la consegna della documentazione dovrà essere effettuata nel rispetto delle misure cautelative adottate dagli stessi CAIT in termini di prevenzione dal contagio del COVID-19.